www.saverioluzzi.it è il blog di Saverio Luzzi. .


2015.04.16 — Un appello contro la campagna d’odio anti-rom che degrada l’Italia

Dimensioni testo

Ho appena dato la mia convita adesione a questo appello. L’ho trovato sul sito di Gad Lerner.
Invito tutti voi a firmarlo.


Da http://www.gadlerner.it/2015/04/16/un-appello-contro-la-campagna-dodio-anti-rom-che-degrada-litalia


I rom sono antipatici a (quasi) tutti: ed è indubbio che una parte di essi vive nella illegalità, commette reati e induce i propri figli all’accattonaggio. Per molti italiani i rom costituiscono il primo motivo di allarme sociale. Tutto ciò può giustificare l’aggressiva mobilitazione anti-zingari oggi in corso nel nostro paese? Una sorta di pogrom culturale ai loro danni? Una minoranza di circa 180mila persone per metà cittadini italiani e per il 60% residenti in abitazioni rischia di rappresentare il capro espiatorio delle ansie collettive, delle frustrazioni sociali e dell’inquietudine per la propria sicurezza. Oggi i rom, quelli buoni e quelli cattivi, sono tragicamente soli: nessuno sta dalla loro parte e nessuno sembra ricordare che i diritti sono indivisibili. E che negare ai rom le garanzie e le risorse della cittadinanza vuol dire accettare che quelle stesse garanzie e quelle stesse risorse possano venire limitate e compresse nei confronti di noi tutti. Consentire che i rom diventino l’oggetto dell’ostilità sociale e il bersaglio di un vero e proprio meccanismo di degradazione morale significa contribuire a far sì che la nostra società sia sempre più cattiva e ingiusta. Assistere in silenzio a questa mobilitazione dell’odio equivale alla resa verso chi vuole criminalizzare tutta una minoranza per poterla mettere al bando.

Luigi Manconi, Alessandro Bergonzoni, Anna Foa, Gad Lerner, Ermanno Olmi, Moni Ovadia, Santino Spinelli

Per aderire abuondiritto@abuondiritto.it

{jcomments on}

Saverio Luzzi e…

Percorso

La canzone del mese

Contattami via e-mail

Per commenti o informazioni speditemi una e-mail attraverso questo form. Grazie.

Policy

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Esso non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n°62 del 7 marzo 2001.

Saverio Luzzi non è in alcun modo responsabile del contenuto dei commenti inseriti dagli utenti del blog, che se ne assumono la completa responsabilità.

Saverio Luzzi cancellerà senza alcun preavviso ogni commento da lui ritenuto fascista, offensivo, razzista, lesivo dell’immagine e/o dell’onorabilità di terzi. Allo stesso modo saranno eliminati commenti contenenti spam, pubblicità in forma palese o occulta e dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla privacy.

Saverio Luzzi si riserva inoltre la possibilità di rilevare e conservare i dati identificativi, la data, l’ora e indirizzo IP del computer da cui vengono inseriti i commenti al fine di consegnarli, dietro richiesta, alle autorità competenti.

Saverio Luzzi non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.